TERAPIA CRANIO-SACRALE

Nella metà degli anni ’70, l’osteopata e chirurgo Dott. John Upledger è stato il pioniere nell’utilizzo del sistema Cranio-Sacrale per valutare e trattare problemi medici associati a dolori e disfunzioni. I suoi lavori clinici e le sue ricerche hanno portato allo sviluppo della Terapia Cranio-Sacrale.

Si tratta di una tecnica esercitata mediante un tocco leggero in varie parti del corpo, finalizzato all’ascolto del movimento di tale sistema, trasmesso dalle membrane che ne fanno parte, e all’intervento laddove vengano percepite disfunzioni/restrizioni. Questo permetterà all’organismo di avviare gli intriseci processi di auto-guarigione che ognuno di noi possiede.
Ciascuno di noi risponde diversamente a eventuali traumi, stress, perdita della capacità di auto guarigione; di conseguenza ognuno di noi presenta una propria combinazione di disturbi , dolori e disfunzioni.
La Terapia Cranio-Sacrale aiuta a riattivare più efficacemente i meccanismi di auto guarigione, a prescindere da quale sia stata la causa di perdita, trovando quindi un campo di applicazione molto vasto tra cui:

  • Dolori Cronici

  • Rigidità Articolare

  • Disfunzioni Muscolo-Scheletriche

  • Problemi a Carico dell’Articolazione Temporo-Mandibolare

  • Disturbi di origine Traumatica

  • Problemi Respiratori

  • Lombalgie, Cervicalgie

  • Colpi di Frusta

  • Cefalee ed Emicranie

  • Nevralgie

  • Disturbi Mestruali o legati alla Menopausa

  • Disturbi Pre e Post Parto

  • Cali di Energia

Inoltre trova indicazione anche nei neonati, e nei bambini in generale, ad esempio in presenza di Coliche, Problemi di Iperattività, Problemi del Sonno, nonché Anomalie nello Sviluppo.

https://lauradonazzan.it/wp-content/uploads/2017/05/Studio-Laura-12-copia-2.jpg

giugno 11, 2018Laura Donazzan

Anche se ‘la panacea di tutti i mali’ ovviamente non è esiste, siamo sempre alla ricerca di una soluzione al dolore e ai vari problemi che ci affliggono.  Da terapista è frustrante non avere mezzi che diano reale beneficio e da paziente è logorante dover convivere a lungo con un disturbo. Ed allora ecco la […]

marzo 17, 2017Laura Donazzan

Nei neonati il fegato è già grande i 2/3 rispetto al volume in età adulta: occupa quindi molto spazio nel ventre del bambino “comprimendo” gli organi sottostanti, in particolare obbliga il colon ad un andamento con piegamenti piuttosto acuti. Le coliche avvengono quando il materiale fecale fatica ad attraversare tali piegamenti, qui rallenta o si […]

© Laura Donazzan 2017 by BeatnikMotion