MASSAGGIO TERAPEUTICO

Il massaggio è ad oggi uno dei più diffusi trattamenti fisioterapici, praticato sulla superficie corporea del soggetto allo scopo di migliorarne la circolazione sanguigna ed il trofismo dei tessuti, di favorire l’eliminazione delle scorie metaboliche e di restituire mobilità agli arti compromessi da lesioni muscolari.

Il massaggio cerca di restituire, tramite un’azione rilassante o tonificante, la normale mobilità e lunghezza delle strutture lese, alterata non solo da affezioni traumatiche (quali contratture), ma anche da affezioni reumatiche, circolatorie o nervose, facilitando il riassorbimento di ematomi ed edemi tramite un’azione di miglioramento del microcircolo locale, associata ad un migliore ritorno venoso, alla stimolazione dei recettori nervosi ed alla facilitazione della rimozione dei cataboliti.
La massoterapia può essere utilizzata in tutte le forme di dolore associato a contrattura e rigidità muscolare; per migliorarne l’efficacia e rendere il trattamento più completo può venir associata agli altri tipi di trattamenti.

IL MASSAGGIO MIOFASCIALE: A differenza degli altri tipi di massaggi non lavora sui muscoli, ma tra i muscoli, cioè sulla fascia che li riveste, agendo in particolar modo liberando la fascia da eventuali aderenze, fibrosi, ristagni, siano essi di origine traumatica (recente o remota), posturale, o edemigena.
È un particolare tipo di massaggio di assoluta precisione, tale da necessitare di un’ importante conoscenza dell’anatomia manuale. Molto usato nell’ambito sportivo e rieducativo, risulta essere un buon trattamento anche nel paziente non traumatizzato.

https://lauradonazzan.it/wp-content/uploads/2017/05/Studio-Laura-10-copia.jpg

giugno 11, 2018Laura Donazzan

Anche se ‘la panacea di tutti i mali’ ovviamente non è esiste, siamo sempre alla ricerca di una soluzione al dolore e ai vari problemi che ci affliggono.  Da terapista è frustrante non avere mezzi che diano reale beneficio e da paziente è logorante dover convivere a lungo con un disturbo. Ed allora ecco la […]

marzo 17, 2017Laura Donazzan

Nei neonati il fegato è già grande i 2/3 rispetto al volume in età adulta: occupa quindi molto spazio nel ventre del bambino “comprimendo” gli organi sottostanti, in particolare obbliga il colon ad un andamento con piegamenti piuttosto acuti. Le coliche avvengono quando il materiale fecale fatica ad attraversare tali piegamenti, qui rallenta o si […]

© Laura Donazzan 2017 by BeatnikMotion